MATtam 33

Manto Arte Temporanea | Temporary Art Manto
mostre di corta durata in luoghi trovati

Il Cubo | Via XX Settembre 31 | Mantova

Nicolò Cecchella

Fantasmi della presenza

Sabato 9 luglio 2016
ore 17.30 - 19.30 esatte


Questa serie fotografica vuole essere un'indagine sulla volontà umana di fissare la forma agendo in senso contrario rispetto allo scorrere del tempo, che porta inevitabilmente alla mutevolezza. Ho scelto per questo motivo le forme più classiche della rappresentazione, sculture greche e romane scolpite nel marmo che il tempo ha mutilato e deprivato della figurazione originaria. Il tutto in un processo di destoricizzazione della figura rappresentata, che offre alla memoria solo un frammento di fisicità nella quale gli eventi, i nomi, le divinità rappresentate vengono ricollocate in favore di un'identificazione puramente umana.
Le immagini si rivolgono dunque all'oggetto dell'elaborato artistico dopo se stesso, esattamente quando questo entra nell'area delle forze maggiori che lo agiscono nuovamente, secondo una casualità lenta e determinata, che ne identifica le fragilità e le eccedenze, restituendoci una sorta di sopravvissuto della forma, un contraddittorio storico, un parziale totalizzante che declassa l'arte a mero tentativo del pensiero umano. È nel luogo dell'assenza e della mancanza che prende posto il nostro sguardo cercando, nell'icona spoglia, il fantasma della presenza.

Nicolò Cecchella è nato nel 1985 in provincia di Reggio Emilia. I suoi lavori sono stati esposti in Italia, Francia e Russia. Hanno scritto di lui: Grazia Neri, Giovanni Chiaramonte, Massimo Mussini, Marina Cicogna, Carlo Petrini, Emanuela Nanni, Laura Incardona, Lynda Frese, Paolo Barbaro, Walter Liva, Christophe Mileschi. Nel 2013 è premiato a Portfolio Europa – International Portfolio Review (Festival Fotografia Europea) da una giuria internazionale di critici e curatori. È stato segnalato al Premio Combat (Livorno), finalista al Premio Mantegna (Mantova) e nel 2014 al Premio Arte (Milano). La sua pratica artistica si esplica anche tramite la parola scritta (critica estetica e poesia), le arti visive ed il teatro. È uno dei membri fondatori del Teatro Sociale di Gualtieri.

Torna alla homepage. Torna all'archivio dei MAT.